LUCARELLI OFFENDE L’INNOCENTE SANTIAGO E LA NONNA DE MARTINO LO DIFENDE

Santiago De Martino
A risvegliarci da questo sonnolento e caldo week-end postferragostiano ci pensa, fortunatamente, Selvaggia Lucarelli. La giornalista, si fa per dire, e opinionista, idem, ha espresso il suo parere, modestissimo, sul bambino più famoso del web, che al Royal Baby fa un baffo: Santiago De Martino, il rampollo di casa Rodriguez. Perché, come fa notare la Lucarelli, alla fine ciò che conta è lei, la bella Belen, e il suo affettuosissimo e attaccatissimo clan. C’è pure qualcuno che, riferendosi alla fortunata coppia regina del gossip, parla dei Demartiguez.

Insomma, il piccolo Santiago, chiamato dalla mamma amorevolmente mi bombom, non sarebbe un bel bambino. Il fatto è che, visti i suoi bei genitori, forse ci si sarebbe aspettati un figlio più bello di quanto non sia Santiago.
Commenta Selvaggia: «Se po’ di’ che se so visti bambini più belli e che con una madre così a Santiago je poteva anda’ meglio o per punizione non riuscirò più a prendere sonno perché le gemelline di Shining mi fisseranno ai piedi del letto fino al 2018? No perché noi gli vogliamo bene uguale a Santiago eh».

Ora, lo stile Lucarelli personalmente non lo sopporto e poi c’è modo e modo di dire le cose. Il bambino, effettivamente, non è bellissimo ma, se posso esprimere il mio parere ancor più modesto di quello della Lucarelli, ha un faccino paffuto e simpatico e due magnifici occhi blu che raramente si son visti in un trottolino di pochi mesi.

Stupisce, forse, che in difesa del nipotino abbia parlato non una del clan Rodriguez (Belen, Cecilia, sua sorella, e la madre) ma la signora Maria Rosaria Scassillo in De Martino, mamma di Stefano. Con educazione e fermezza, oltreché con estrema obiettività, ha replicato al commento acido della Lucarelli: «Per mia abitudine non commento mai nulla, lo faccio per evitare di scatenare polemiche. ma stavolta no, non mi va giù! Fin quando si toccano Stefano e Belen, diciamo che, come dicono i soliti stupidi, fa parte del gioco, del rovescio della medaglia dell’essere famosi. Ma quando si parla di un bambino le bocche dovrebbero tacere. Non perché Santiago oggettivamente è un bambino bellissimo, ma perché dare dei giudizi su un’anima innocente è cattiveria, perfidia. Ricordiamo ogni tanto alla signora Lucarelli che se non ci fossero persone come Stefano e Belen lei non avrebbe motivo di esistere e dovrebbe a quel punto imparare un vero mestiere per poter continuare a vivere. Perché a dire il vero non solo loro ma anche tante altre persone non sanno ‘sta Lucarelli che mestiere fa!»

Vi risparmio la risposta, ancor più acida, della Selvaggia di nome e di fatto. La potete leggere QUI. Dirò solo che la signora Lucarelli, dall’alto della sua laurea in giornalismo, fa notare alla nonna di Santiago l’ignoranza del congiuntivo. Vi basti questo.
Infine, a sua discolpa, invita i felici genitori a postare le foto dei tramonti a Formentera anziché dei bambini se non volete che se ne parli e finisce lì.

Su quest’ultima affermazione vorrei soffermarmi a riflettere.
Fin da quando è nato il bambino, i due promessi sposi (hanno annunciato le nozze per il 20 settembre) non si sono mai sottratti ai flash dei fotografi. Voi direte: ma neanche prima, anzi, si può dire che fra i paparazzi ci sguazzassero ben volentieri, anche dopo l’incidente in moto occorso ai due agli inizi della loro relazione. Quello che, secondo me, è ammirevole è il fatto che tutte le fotografie e i video che hanno come protagonista Santiago De Martino sono stati pubblicati su Fb e altri canali pubblici e gratuiti. Nessuna esclusiva a pagamento per i giornali di gossip e questo è notevole. Poi, cosa avverrà per le nozze non è dato sapere ma già il fatto di non aver messo in vendita le foto del piccolo fa loro onore.

Quando alla nonna De Martino, le vorrei dire: suvvia, non sia così severa nei giudizi, in fondo da buona napoletana dovrebbe sapere che ogni scarrafone è bello a nonna sua.

ALTRE FOTO
VIDEO