QUESTO BLOG VA A PANNELLI SOLARI

arcobalenoE’ un’estate strana questa che si sta avviando verso la fine. Un’estate mai cominciata o che si è fatta vedere solo di tanto in tanto. Troppo poco, comunque.

Quanta pioggia è caduta durante i mesi di giugno, luglio e agosto? Almeno il doppio della quantità normale. Forse anche di più. Il maltempo, tra l’altro, non ha risparmiato nemmeno il Sud Italia (considerando quello che sta accadendo ora in Puglia), anche se il sole si è fatto vedere un po’ di più nelle regioni meridionali e nelle isole.

Stamattina a scuola una collega ha detto: “Domani c’è il sole” e tutti a chiedere in coro: “Domani c’è il sole?” neanche avesse parlato della caduta di un meteorite di 2 km di diametro. Sole-estate non è più un binomio indissolubile. Ora qui ce n’è un timido raggio. Si è fatto strada fra le nuvole e sembra un evento eccezionale.

Uno si prepara a passare il pomeriggio in casa e poi pensa che se c’è il sole, tanto vale uscire. Però non appena mette il naso fuori, ecco le prime gocce di pioggia. Ieri avevo gli occhiali da sole e l’ombrello aperto contemporaneamente.

E’ stata un’estate strana per me, indipendentemente dal meteo. Certamente il sole fa bene all’umore e forse la sua quasi totale assenza mi ha fatto sentire così … senza voglia di fare. Ho letto, ho scritto (soprattutto non per diletto!), al mare sono andata solo 6 giorni a luglio, non ho quasi mai preso sole sul terrazzo – cosa che solitamente faccio per almeno 5 mesi l’anno – semplicemente perché non c’era o, se c’era, il momento non era mai quello giusto.

Questo blog è un blog estivo, nato proprio per scrivere qualche sciocchezza durante l’estate, quando ho più tempo e mi posso occupare anche di cose frivole.
Sarà stata la pioggia, sarà stato l’umore non proprio al top, sarà stata la coincidenza tra le due cose, alla fine anche qui ho scritto davvero poco.

Forse questo blog va a pannelli solari. No sun no words.

[immagine da questo sito]

Annunci

CHIACCHIERE SOTTO L’OMBRELLO

spiaggia pioggia
Ma l’estate dov’è? Che luglio è mai questo?

Magari al sud il tempo è migliore, ma qui al nord sembra che l’estate non abbia proprio voglia di iniziare. Solo a giugno, verso la fine, c’è stato un po’ di caldo, ma luglio, fatta eccezione per poche giornate, non ci ha mai risparmiati la pioggia quotidiana.

luglioOggi, mentre guardavo fuori dalla finestra i nuvoloni minacciosi che preannunciavano l’imminente pioggia, mi è venuta in mente la canzone “Luglio” di Riccardo Del Turco. Chi di voi la ricorda? Io ero bambina ma ho bene impressa nella mente la copertina del 45 giri e cantavo quella canzone a squarciagola, pur senza capire molto del testo.

A un certo punto fa: Luglio si veste di novembre / se non arrivi tu…ai ai ai ai. Il buon Riccardo si riferiva alla sua donna, certamente. Ma io rivolgo un appello al SOLE che se non si fa vedere, mi fa venire la depressione.

Onestamente sono una che non ama tantissimo il caldo afoso e le temperature che superano i 30 gradi. In casa, poi, ci sono state delle estati in cui il termometro ha raggiunto i 36 gradi. Un caldo da impazzire.
Ora, non dico che mi dispiacciano i 26-27 gradi di questo periodo – in casa, intendo, perché fuori al mattino ce ne sono anche 15 – è una meraviglia dormire in pace senza sudare e stare seduti sul divano a leggere un buon libro oppure a guardare la tv senza grondare. Fa pure piacere uscire e indossare qualche camicia a manica lunga o una giacca leggera, quei capi che nel guardaroba non mancano mai ma che non si indossano quasi mai perché o fa troppo freddo o fa troppo caldo … ma, insomma, che estate è se si devono accendere le luci alle 5 di pomeriggio, se non si sa mai se conviene mettere su un bucato in lavatrice o se la sera si mangia volentieri un passato di verdure fumante al posto dell’insalata di riso?

vieni da me c’è tanto sole
ma ho tanto freddo al cuore
se tu non sei con me
.

Io non so dove tu sia, caro Riccardo, non sei nemmeno il mio tipo, oltre al fatto che sei troppo vecchio per me, ma ti assicuro che vorrei essere lì con te in questo momento, se dove stai c’è tanto sole. 🙂