L’INTRAMONTABILE MARILYN E L’ETEREA SCARLETT

marilynNorma Jeane Mortenson, in arte Marilyn Monroe (quest’ultimo era il cognome della madre Gladys Pearl Monroe), era nata a Los Angeles il 1° giungo 1926.
Dopo un’infanzia travagliata, passata perlopiù nelle case-famiglia, giovanissima iniziò a fare la modella e a soli vent’anni firmò il suo primo contratto cinematografico. Il 25 agosto 1947 il rapporto con la Fox terminò e il contratto non le fu rinnovato. Per mantenersi Norma Jeane fu costretta a prostituirsi sul Sunset Boulevard.

Nel 1948 l’incontro con Johnny Hyde, produttore cinematografico, cambiò il suo destino. Il successo non arrivò repentino: fino al 1953 Marilyn recitò in numerose pellicole, alternando periodi felici e altri meno nella vita privata, ma la consacrazione a stella del cinema arrivò solo con l’interpretazione nel film Niagara cui seguono numerose pellicole la maggior parte notissime.

Agli inizi degli anni Sessanta la sua salute psichica e fisica subì un lento ma inarrestabile tracollo, fino alla morte improvvisa che la colse nella camera da letto della sua casa di Brentwood, a Los Angeles, il 5 agosto 1962, all’età di trentasei anni. Da allora iniziò il vero mito della biondissima e sfortunata attrice americana. (altre notizie sulla vita QUI).

VenereEra davvero così bella Marylin? Se paragoniamo le bellezze di oggi alla sua, certamente possiamo notare un cliché molto diverso. Tra gli anni ’50 e ’60, infatti, le donne, per essere considerate belle, dovevano essere formose, quasi giunoniche. Ed era esattamente quello il prototipo della bellezza ideale, basti pensare alla Venere di Botticelli che se ne sta in piedi sulla sua conchiglia mostrando forme generose, fianchi ben torniti e una pancetta che sicuramente può consolare molte di noi.

scarlett-johansson seno rifatto
Oggi le attrici sono decisamente diverse. Una delle più belle donne al mondo è considerata Scarlett Johansson (foto in alto). Ma l’avete vista? Il viso non dice granché e in quanto a forme, non tutte sono naturali. Più che evidente, infatti, è la mastoplastica additiva che sembra essere ritenuta indispensabile dalle attrici di oggi (guarda QUI).

E che dire del sex appeal?
Quello della Monroe

monroe

e quello della Johansson (che, oltre tutto, se opportunamente truccata assomiglia alla Monroe)

Scarlett_Johansson

Insomma, Marilyn era davvero bella oppure è lo stesso mito a volere che la sua bellezza fosse unica e intramontabile?
Voi chi vorreste essere, Marilyn o Scarlett?
E i signori uomini chi vorrebbero portare … a cena?

Annunci

LE DIVE E LA CELLULITE

Elena Santarelli

Elena Santarelli

La cellulite? Faccio il possibile per combatterla, ci sono prodotti o trattamenti che ci fanno avere ottimi risultati. La cellulite sparisce e noi vinciamo la battaglia, ma non la guerra. Perché appena allentiamo un po’ la presa lei zitta zitta ritorna. Insomma ragazze, siamo belle così come siamo. Teniamoci in forma, curiamoci il più possibile e saremo in pace con noi stesse. L’importante è non arrendersi mai, continuare a essere soddisfatte e fiere di noi stesse. Io credo che la perfezione non esista, è sempre e solo soggettiva. Anche le donne più belle a volte sono ritoccate, anche solo per rendere la grana della pelle più compatta.

Elena Santarelli, classe 1981, sul suo blog, ladysanta81, posta le sue foto in bikini, senza ritocchi con photoshop, per consolare le amiche che la seguono. Ora, io tutta ‘sta cellulite non la vedo, onestamente, però approvo il contenuto del suo discorso. Sicuramente la cura del proprio corpo è importante, iniziando da giovanissime. Dura da accettare ma la nostra pelle inizia ad invecchiare fin dai vent’anni.

La cellulite dovrebbe essere considerata una vera e propria malattia, non un inestetismo. Anche perché la sua formazione provoca ristagni di liquido che a loro volta sono la causa di problemi di circolazione. Con il passare degli anni, se non si incomincia presto a prendere provvedimenti, la situazione può solo peggiorare. Come si può vedere dalle foto della Santarelli, la cellulite non c’entra nulla, o quasi, con il sovrappeso. La soubrette, infatti, è magrissima.

La cosa più importante, oltre all’uso di prodotti specifici (mi secca fare pubblicità ma devo dire che Somatoline è l’unico rimedio efficace, meglio ancora se abbinato ad un ciclo di massaggi, come il linfodrenaggio), è il movimento fisico. La palestra è certamente il luogo migliore per tenersi in forma (attenzione, però: la ginnastica per combattere la cellulite è abbastanza specifica; QUI potete trovare degli spunti), ma anche una bella pedalata in bicicletta o una passeggiata veloce, per almeno mezzora al giorno, possono rivelarsi soluzioni efficaci.

Sharon Stone

Sharon Stone

La cellulite non bada all’età e pare non risparmiare nessuna. Eh sì, bisogna usare il femminile perché molto di rado gli uomini sono afflitti da questo inestetismo.
QUI potete trovare le fotografie delle dive al mare e scoprire che anche quelle bellissime sfoggiano la cellulite sulle spiagge. Gli scatti rubati, infatti, sono impietosi, niente photoshop e tutto appare come natura ha fatto.
Scoprirete così che la pur giovanissima Scarlett Johansson la sfoggia noncurante in riva al mare, l’ex velina Maddalena Corvaglia, che sul bancone di Striscia sfoggiava un fisico mozzafiato, con l’avanzare dell’età di cellulite ne ha messa in proporzione molta di più degli anni passati, e che la bellissima cinquantenne Sharon Stone, che sembra aver scoperto l’elisir dell’eterna giovinezza (in parole più semplici si chiama chirurgia plastica), ne ha in abbondanza su glutei e cosce.

Insomma, cellulite mal comune? Sì, ma mezzo gaudio no, purtroppo.
Comunque, se qualcuna si vuol consolare, anche QUI può trovare una bella carrellata di dive afflitte dal mal comune.